Il Facocchio Aquilano č l'associazione culturale, nata per gestire l'esposizione permanente di carri d'epoca. Lo scopo č di mantenere viva la memoria di tali veicoli, espressioni di un artigianato di altissimo livello ormai scomparso, e di far conoscere la realtā del trasporto agricolo prima della diffusione dei mezzi a motore. Il nome stesso dell'associazione indica l'artigiano che costruiva o riparava i cocchi, ovvero il Facocchio.



Concezio Cacio abita a Paganica, un paese alle pendici del Gran Sasso D'Italia, a pochi chilometri dall'Aquila. Grande appassionato dei carri agricoli in legno, ha curato personalmente in molti anni di attivitā il recupero e l'esposizione di tali veicoli. Tutto č iniziato da ragazzo, con il restauro del carro di famiglia, aiutato dal padre Emidio, che ha sempre supportato e incoraggiato tale passione. Lavora presso un'importante fabbrica dell'Aquila, e fra i suoi interessi ci sono anche lo sport e le auto d'epoca.